Anteprima n.1 delle Notizie Fash n. 43 del 30.11.2017

pubblicato in: Comunicazioni dall'Associazione | 0

Inps: limiti utilizzo buoni di lavoro accessorio

 

Come noto, il Decreto legge 17 marzo 2017, n. 25, convertito dalla Legge 20 aprile 2017 n. 49, ha abrogato gli art. 48, 49 e 50 del Decreto legislativo 15 giugno 2015 n. 81, relativi alla disciplina del lavoro accessorio. La norma ha però previsto che i buoni per prestazioni di lavoro accessorio richiesti alla data di entrata in vigore dello stesso decreto possano essere utilizzati fino al 31 dicembre 2017. Visto l’avvicinarsi della scadenza, l’Inps ricorda che i buoni lavoro richiesti entro il 17 marzo 2017, dunque, possono essere utilizzati esclusivamente per prestazioni il cui svolgimento avrà luogo entro il 31 dicembre 2017; pertanto, non sarà consentito ai committenti inserire nella procedura informatica prestazioni con data inizio o fine successiva al 31 dicembre 2017. Eventuali prestazioni già inserite erroneamente e relative a periodi decorrenti dal 1° gennaio 2018 – anche se con data inizio della prestazione antecedente alla stessa data dell’1 gennaio 2018 – verranno cancellate d’ufficio.

Nel caso di utilizzo di buoni lavoro tramite la procedura telematica, le prestazioni di lavoro accessorio poste in essere fino al 31 dicembre 2017 dovranno essere consuntivate dal committente improrogabilmente entro la data del 15 gennaio 2018. Dal 16 gennaio 2018 sarà inibito l’accesso alla procedura internet dedicata al lavoro accessorio.

I rimborsi delle somme versate entro la data del 17 marzo 2017, e non utilizzate dal committente alla data del 31 dicembre 2017, potranno essere richiesti mediante modello Sc52 entro la data del 31 marzo 2018.

 

Fonte:  Msg. Inps 28 novembre 2017, n. 4752

 

 

Informazioni presenti nel n. 43 delle notizie flash in uscita il 30.11.2017

Le notizie flash sono un informatore settimanale gratuito per gli associati ANCL U.P. di Milano