Anteprima n. 3 delle Notizie Flash n. 14 del 14.04.2022

pubblicato in: Comunicazioni dall'Associazione | 0

Premio di risultato con erogazione l’anno successivo all’assegnazione degli obiettivi: quale tassazione?

 

L’Agenzia ha affrontato un interpello presentato da una società che riferisce di aver rivisitato la gestione e valutazione degli obiettivi alla base della determinazione delle percentuali massime della retribuzione annua lorda da applicarsi in funzione del raggiungimento del 100 per cento degli obiettivi assegnati, stipulando, in data 13 maggio 2021, un nuovo verbale di accordo sindacale. Nel verbale veniva inoltre espressamente chiarito che l’erogazione del premio avviene l’anno successivo a quello di assegnazione degli obiettivi e, pertanto, la Società istante chiede di sapere il relativo corretto regime di tassazione: ordinaria o separata. Viene ricordato che ai sensi dell’art.17 del TUIR “gli emolumenti arretrati per prestazioni di lavoro dipendente riferibili ad anni precedenti, percepiti per effetto di leggi, di contratti collettivi, di sentenze o di atti amministrativi sopravvenuti, o per altre cause non dipendenti dalla volontà delle parti” sono soggetti a tassazione separata per attenuare gli effetti negativi della progressività dell’Irpef. L’applicazione della norma però deve ritenersi dovuta nel caso di erogazione in ritardo. Nel caso di specie affrontato dall’interpello è però evidente come sia il verbale, sottoscritto nel mese di maggio 2021, a prevedere l’erogazione del premio entro l’anno successivo, dunque, non può ritenersi che il pagamento sia avvenuto in ritardo e quindi non si tratta di un emolumento arretrato. Conclude pertanto l’Amministrazione Finanziaria, al premio in commento dovrà essere applicata la tassazione ordinaria.

 

Fonte: Risposta Ag. Entrate, 6 aprile 2022, n.173

 

 

Informazioni presenti nel n. 14 delle notizie flash in uscita il 14.04.2022

Le notizie flash sono un informatore settimanale gratuito per gli associati ANCL U.P. di Milano